NON TUTTI SONO MEL GIBSON…. per fortuna !!!

Come sempre le eccezioni e i pochi sembra sempre che facciano testo, le loro urla e l’arroganza con la quale impongono le loro convinzioni, riescono a far pensare che la stragrande maggioranza delle persone sia schierata dalla parte delle loro farneticanti ideologie e attirando in questo modo su di sé l’attenzione dei media, spesso riescono a spuntarla, ma tutto di loro si può dire fuorché siano dotati di onestà intellettuale, moderazione e capacità di giudizio, altrimenti ricorrerebbero ad altri mezzi per far parlare di sé; sapendo che la qualità non ha bisogno di “sparate” per affermarsi. 

Negli USA, ben 85 attori e personaggi illustri, il cui livello intellettuale è riconosciuto, fra i quali: Nicole Kidman, Michael Douglas, Bruce Willis, Rupert Murdoch, Silvester Stallone, Danny De Vito, Don Johnson, William Hart e molti altri, hanno sottoscritto e diffuso un manifesto di ferma condanna al terrorismo di hamas e hizbollah, al quale hanno aderito moltissime altre personalità, dichiarando al proprio Paese e al mondo intero, senza mezzi termini o ipocrisie, di stare dalla parte di Israele.

Nel fare questo hanno anche sfatato un mito, che forse era stato “pompato” per motivi di propaganda, dimostrando che non è vero che tutti i divi americani sono di sinistra. 

Manifesto di 85 divi americani anti terrorismo

Il manifesto riporta questo testo:

Noi sottoscritti, partecipiamo con sofferenza ai devastanti incidenti civili nel Libano e in Israele, a causa di azioni terroristiche iniziate dalle organizzazioni terroristiche quali hezbollah ed hamas.  Se non riusciremo ad arrestare il terrorismo nel mondo, il caos regnerà e la gente innocente continuerà a morire. Dobbiamo sostenere le società democratiche ed arrestare il terrorismo ad ogni costo. 

Nell’articolo pubblicato su Herald sun australiano, con il titolo “Kidman condanna hamas e hizbollah”, l’attrice spiega bene le motivazioni di questa scelta.

I personaggi che hanno sottoscritto questo importante manifesto, fortunatamente non sono fra coloro che mugugnano indistintamente sproloqui, che non permettono di comprendere quali siano realmente le loro idee e le loro posizioni politiche. Loro non temono di dimostrare pubblicamente il loro dissenso all’arroganza del terrorismo islamista, loro non sono fra coloro che sono disposti a fare carte false pur di conquistare i favori di qualche regista o di qualche spettatore in più, possibilmente fra i petrolieri arabi che oggi, gestiscono larghe fette del mercato mondiale, essendo fra le persone più ricche del pianeta. 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: