LO STATUTO DI HAMAS

STATUTO DEL MOVIMENTO DI RESISTENZA ISLAMICO (HAMAS) – 18 agosto 1988
In nome di Allah, il Clemente, il Misericordioso. “Voi siete la migliore comunità che sia stata suscitata tra gli uomini, raccomandate le buone consuetudini e proibite ciò che è riprovevole e credete in Allah. Se la gente della Scrittura credesse, sarebbe meglio per loro; ce n’è qualcuno che è credente, ma la maggior parte di loro sono empi.

Non potranno arrecarvi male, se non debolmente; essi vi combatteranno, volteranno ben presto le spalle e non saranno soccorsi.Saranno avviliti ovunque si trovino, grazie a una corda di Allah o a una corda d’uomini. Hanno meritato la collera di Allah, ed eccoli colpiti dalla povertà, per aver smentito i segni di Allah, per aver ucciso ingiustamente i Profeti, per aver disobbedito e trasgredito” (Corano 3, 110-112).

“Israele sarà stabilito, e rimarrà in esistenza finché l’islam non lo ponga nel nulla, così come ha posto nel nulla altri che furono prima di lui” (parole dell’imam e martire Hassan al-Banna -fondatore dei Fratelli Musulmani, 1906-1949 di cui alla foto)  possa Allah avere misericordia di lui.

Il patto del Movimento di Resistenza Islamico (Hamas) ha così preso forma, svelando la sua identità, precisando la sua posizione, chiarendo le sue attese, discutendo le sue speranze, e chiamando ad aiutare, sostenere e aggiungersi ai suoi ranghi. logo di 3 movimenti terroristici islamisti palestinesi
Sono alcuni dei movimenti stragisti palestinesi appartenenti a varie fazioni. Il logo centrale è quello utilizzato dal movimento Hamas. 

La nostra battaglia con gli ebrei è molto lunga e pericolosa, e chiede la dedizione di tutti noi. È una fase cui altre successive ne seguiranno, un battaglione che dovrà essere sostenuto da molti altri battaglioni del mondo arabo e islamico, oggi diviso, finché il nemico sia vinto e la vittoria di Allah sia sicura. 

“Il giorno del Giudizio non arriverà finché i musulmani non combatteranno gli ebrei, uccidendoli,  fin quando gli ebrei non si nasconderanno dietro le pietre e gli alberi e le pietre e gli alberi diranno: “Oh musulmano, c’è un ebreo dietro di me,  vieni a ucciderlo” (Carta di Hamas)   Tratto dal sito del Cesnur

MEDITATE GENTE, MEDITATE se siete infedeli, non nascondetevi dietro agli alberi, potreste ricevere una “ramata”, perche gli alberi oltre che parlare e fare la spia, sanno anche genuflettersi.  Kinvuli

barra di divisione

Vi suggeriamo di prendere visione di questi 3 articoli:
Sapete che esiste una strategia islamica per conquistare il mondo? Del 28/11/2004
Alla conquista dell’occidente – così l’islam radicale si infiltra in Europa
del 9/7/2005  
Strategie e tattiche di conquista 18/8/2005 

Se poi avete un po’ di tempo: dedicate qualche minuto per verificare la quantità spaventosa di attentati terroristici, che gli islamici hanno lanciato contro il mondo dal 1968 ad oggi, la cui nascita è in stretta relazione con i movimenti terroristici palestinesi, per merito del grandissimo criminale sanguinario terrorista Arafat e all’espandersi nel medioriente Libanese per l’inserimento dell’idea di un altro criminale spaventoso ammazza bambini: Khomeini, che ha inventato gli shaid (martiri bambini) per allargare il suo potere sul mondo islamico, utilizzando quella che viene impropriamente definita jiad (guerra santa) in realtà è una guerra espansionistica con tentativo di islamizzazione sul mondo attraverso il terrorismo che è soltanto il braccio armato di menti perverse, che hanno contagiato gli estremismi politici di ideologi e teologi, che si servono della religione per “rincoglionire” le proprie popolazioni ed asservire il mondo.Vi precisiamo che pur se l’elenco è abbastanza dettagliato, mancano ancora alcuni elementi, che stiamo ricercando per pubblicarli, e l’aggiornamento a tutto il 2006. 

Non abbiamo incluso nell’enorme elenco, gli attentati accaduti in Israele – Iraq e Afghanistan, poiché di quelli pubblicheremo (tempo permettendo) un riassunto, in quanto rivestono uno specifico differente da quelli realizzati invece nel resto del mondo. 
Cliccate su: attentati terroristici nel mondo, dal 1968 in poi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: