UNA GIORNATA TIPICA fra ISRAELE e PALESTINA

le milizie jidaiste palestinesiDal filmato che trovate collegato qui potete vedere da dove vengono lanciati i razzi kassam contro Israele e comprendere perché le ritorsioni finiscono per colpire le case “civili”. Se i “guerriglieri” che io continuo a definire terroristi lanciassero i loro razzi da zone non abitate, probabilmente si riprenderebbero indietro le “pillole” che l’esercito israeliano gli rimanda indietro e avrebbero meno vittime, si giocherebbe tutto fra esercito di guerriglieri ed esercito regolare, ma i palestinesi preferiscono tenere alta la tensione dentro i territori e con la popolazione che colpita aumenta il proprio odio verso coloro che li colpiscono, indipendentemente dal fatto che gli Israeliani si limitano a reagire e non ad attaccare per primi. Vedrete anche il differente comportamento dei ragazzi palestinesi e dei ragazzi israeliani, ai secondi viene dato un aiuto psicologico per superare l’odio e vivere nei limiti di quella che è una vita serena, organizzando rifugi nei quali, si canta, si balla, si cerca di vivere una normalissima giovinezza e non si va per strada a tirare sassi contro i bambini palestinesi, che invece vengono istruiti proprio a questo e a diventare futuri “martiri” cioè kamikaze.  E’ incomprensibile che l’Europa e soprattutto l’ONU non si vogliano rendere conto da dove partono le provocazioni e del diritto di una nazione di difendersi e di proteggere i propri cittadini.

2 Risposte

  1. Il video in questione rappresenta una sfaccettatura di una realtà assai più complessa.

    Personalmente, reputo che la violenza si profili quale circolo vizioso e che – in materia di conflitto israelo-palestinese – un approccio storico ai fatti sia necessario.

    Allo stato attuale è in corso un dibattito a tale proposito al quale Nucleo culturale ha deciso di partecipare.

    Il tuo è un blog molto interessante.

  2. Ti ringrazio del commento, ma sono consapevole che la realtà sia molto più complessa di un video di pochi minuti e mi piacerebbe capire cos’è Nucleo culturale.
    Grazie

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: