MAI ABBASSARE LA GUARDIA CON IL TERRORISMO

attentato in Iraqbambino ferito in un attentato in Iraq attentato in Afghanistan
Non passa giorno che non ci sia un attacco terroristico in Iraq o in Afghanistan, ma ormai ci siamo assuefatti e non fa più notizia se scoppia un camion bomba vicino a una scuola di polizia, o se un kamikaze si fa saltare in mezzo a povera gente che fa la fila per prendere qualche pezzo di pane o fare una visita medica, o un criminale scatenato dall’odio lancia la sua bomba umana dentro un gruppo di bambini che stanno prendendo le caramelle dai soldati americani.
Non passa giorno… e noi osserviamo senza vedere, udiamo senza ascoltare, parliamo parole che non capiamo. Non passa giorno….

Ma oggi qualcosa è cambiato, il conflitto si è imposto alla nostra attenzione, dopo l’attentato di ieri in Marocco, finito per fortuna solo con la morte dei kamikaze, in Algeria al Qaeda ha fatto sì che la tensione tornasse alle stelle. 

Non sbagliamo mai i terroristi, hanno occhi, orecchie, e mani dappertutto. Puntuali come orologi svizzeri tornano a colpire e lo fanno con furbizia. Ora vogliono influenzare le elezioni in Algeria. E’ una tattica che abbiamo già visto applicata in altre parti del mondo. Rapiscono, uccidono, provocano massacri sempre in funzione di uno scopo politico, ma quello che è grave è che lo fanno in nome di Allah e gli imbecilli stanno a guardare senza vedere, odono le urla di dolore che salgono da ogni angolo del pianeta ma non ascoltano la voce del buon senso.

Parlano di pace gli imbecilli, i terzomondisti, gli antiamericanisti e antisemetisti duri e puri, loro si sentono magnanimi e infinitamente buoni, credono che sia necessario rispettare le altre “culture” anche se si impongono a casa nostra con mezzi tutt’altro che accettabili, ma loro si sentono così buoni, così comprensivi che ci tacciano di razzismo, di islamofobia con ogni mezzo possibile, ci diffamano, ci calunniano, ma loro in fondo sono molto buoni, sì perché si può parlare di tutto, disegnare vignette immonde e sputare contro ogni altra religione, nazione, personaggio politico, persino il papa viene continuamente attaccato, ridicolarizzato senza che qualcuno si faccia male, ma loro i buonisti a tutti i costi, presumono che la pace sia una costruzione a senso unico, secondo loro basta che una delle due parti in causa non reagisca più e si raggiungerà magicamente la pace.

Hanno ragione.  Se smetteremo di lottare per la nostra vita, per la nostra indipendenza, per la nostra cultura, per la nostra libertà, per i nostri diritti, in cambio avremo pace, sì avremo la pace, ma avremo la PACE ETERNA.

Adriana Bolchini Gaigher
presidente nazionale O.D.D.I.I.

L’articolo con la descrizione e le foto dell’incidente li trovate pubblicati su Lisistrata

Una Risposta

  1. duplica cd dvd

    MAI ABBASSARE LA GUARDIA CON IL TERRORISMO « Lisistrata weblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: