STOP ALL’ISLAMIZZAZIONE DELL’’EUROPA – II° comunicato

  Informazioni sulla manifestazione dell’11 settembre  
Sulla  base alle vostre richieste e al fatto che l’adesione alla manifestazione in programma per l’11 settembre, sta ottenendo un ottimo seguito, stiamo valutando la possibilità di organizzare il viaggio attraverso un noleggio pullman attrezzato di servizi, che ci permetterebbe un vantaggio generale.  
-Il pullman potrebbe partire dal centro Italia – Firenze – Bologna – Milano per poi dirigersi a Bruxelles, ove potrà sostare in spazi attrezzati.-In questo modo avremmo l’occasione di stare insieme e mettere a frutto le nostre conoscenze, condividendole; ma per decidere in questo senso, necessitiamo di alcune informazioni e precisazioni delle quali siamo ancora in attesa di conferma.Domani i delegati svizzeri, danesi e tedeschi si recheranno al Parlamento Europeo, per capire se resterà chiuso per ferie fino alla fine di settembre o se esiste la possibilità di incontrare alcuni rappresentanti parlamentari, che ricevano le delegazioni dei vari stati che partecipano, come la nostra o la manifestazione potrebbe rivelarsi inutile.Appena conosceremo tutti i particolari ve li comunicheremo, e in questo modo voi stessi avrete migliore possibilità di prendere una decisione.  A nostro parere è il momento di avere il coraggio di scendere in campo poiché potremmo correre il rischio di perdere un importante appuntamento con la storia.Noi aderiamo alla manifestazione in qualità di O.D.D.I.I. Osservatorio del Diritto Italiano ed Internazionale http://www.oddii.eu e la nostra mail è presidenza@oddii.eu
Ma vi aderiamo anche come Lisistrata – Magazine on Line  per sostenere una campagna mediatica di divulgazione e conoscenza di tutto il movimento europeo.
PER PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE Potete scriverci in redazione a questo indirizzo mail:  lisistrata2@Virgilio.it o telefonando allo 039 – 335/60.20.378
  
Adriana Bolchini Gaigher

STOP ALL’ISLAMIZZAZIONE DELL’EUROPA
“STOP ALL’ISLAMZZAZIONE DELL’EUROPA” DIMOSTRAZIONE L’11 SETTEMBRE DAVANTI AL PARLAMENTO EUROPEO A BRUXELLES ORGANIZZATA DA SIOE PER DIRE BASTA

Il gruppo popolare svizzero “contro la costruzione dei minaretI” ed il gruppo FOMI Norvegia CHE SOSTIENE “Stop all’islamizzazione della Norvegia” si uniscono per coordinare la dimostrazione di Bruxelles, per sostenere la “dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” (UDHR) delle Nazioni Unite e della costituzione norvegese in quanto è stato preso in considerazione il fatto che l’Islam ha un progetto politico superato dalla storia, per la divisione delle comunità, codificata in categorie.
  
Nell’islam è previsto che gli uomini musulmani siano coloro ai quali sono riservati i più ampi diritti, mentre le donne musulmane, ne hanno di meno. Seguono dietro loro i credenti uomini e  donne cristiane ed ebree con diritti minori. Ed infine, in fondo alla scala dei valori della società vengono posizionate altre religioni, gli atei e gli schiavi dei musulmani ai quali è negato ogni diritto.
 
Questa classificazione delle comunità è inaccettabile ed è necessario combatterla, anche perché l’islam, come religione, viene usata per introdurre un progetto politico imperialistico islamista, proprio come l’ha utilizzato il profeta Maometto, quando ha conquistato la penisola araba fra il 622 e il 632, uccidendo migliaia di persone innocenti.

E’ necessario ricordare che 45 paesi islamici non hanno firmato la “dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” (UDHR)  ma hanno adottato la loro personale  “dichiarazione diritti dell’uomo in base alla legge della Sharia islamica firmata a Il Cairo”” che afferma che (CDHRI) è superiore a UDHR.

Non rinunceremo mai alla nostra libertà!
Non rinunceremo mai ai nostri principii!
Non rinunceremo mai alla nostra condanna della politica islamica!
 

Contatto:  
(per gli organizzatori vedere più sotto)  
FOMI Norvegia  stopislamisering@hotmail.com   Questo è un indirizzo mail provvisorio, mentre si sta approntando un nuovo sito web.  
Dott. Ulrich Schlüer (membro e spokesperson della Svizzera SVP  “contro la costruzione dei minarets”)

Nei secoli gli europei hanno combattuto per i loro diritti e hanno vinto la lotta politica per le libertà, che sono fondamentali nelle Costituzioni dei paesi europei.  I diritti e la libertà sono una parte fondamentale e inalterabile ini ogni democrazia occidentale. Inoltre in Europa gli islamisti stanno aumentando i loro sforzi per stabilizzare le cosiddette “società parallele” ove la legge islamica sostituirà quella che i Paesi occidentali hanno regolamentato affinché si rispettino le libertà.  

In Svizzera – l’unico paese in Europa – esiste una possibilità affinché la popolazione concorra a formare la Costituzione con una iniziativa chiamata “iniziativa della popolazione”.

Un comitato ora ha introdotto l’iniziativa “della popolazione”, per chiedere che venga proibita la costruzione di nuovi minareti. Se 100.000 elettori firmanno questa iniziativa entro 18 mesi, la
popolazione svizzera otterrà un voto per proibire i minareti.

La raccolta delle firme è iniziata il primo maggio 2007 e il partito popolare svizzero  (SVP), che è il più grande partito in Svizzera, ha deciso formalmente di sostenere l’iniziativa.

Un minareto in sé non è un simbolo religioso, ma è il simbolo delle pretese politiche di cui si servirà la legge islamica in Europa.  La legge islamica nega  l’inviolabilità della persona, nega l’uguaglianza fra ragazzi e ragazze nella formazione culturale. La legge islamica rimuoverà
l’uguaglianza di base prima della legge. La legge islamica distingue fra puro ed impuro – fra privilegiato e sottomesso. Ciò è contrasta fondamentalmente i diritti costituzionali democratici, su cui tutta Europa basa le proprie leggi.  Poiché il compromesso fra legge islamica e leggi occidentali è impossibile, l’iniziativa della popolazione svizzera pretende che tutti coloro che rappresentano autorità o esercitino autorità nel Paese, riconoscano i diritti fondamentali delle libertà.

L’iniziativa popolare svizzera è un segnale indirizzato a tutti affinché vengano rispettati i diritti occidentali anche per le generazioni che verranno, per le quali desidera che resti in vigore l’uguaglianza, la democrazia e la libertà.  
Dott. Ulrich Schlüer
(membro e spokesperson della Svizzera SVP  “contro la costruzione dei minarets”)
FOMI Norvegia  stopislamisering@hotmail.com   Questo è un indirizzo mail provvisorio, mentre si sta approntando un nuovo sito web.  
 
SOTTO A  QUESTA PAGINA VEDETEGLI ?ARTICOLO PRECEDENEi:
Qui invece trovate la prima  pubblicazione  sul magazine on line Lisistrata  

Contatti per l’Italia
Adriana Bolchini Gaigher, è la responsabile e referente per i partecipanti italiani, potete chiamarla a questo numero telefonico 339/80.85.788, inviare un fax allo 02/502384 o una mail qui: lisistrata2@virgilio.it  

L’ORIGINALE IN INGLESE, CON GLI INDIRIZZI DEI SITI ORGANIZZATORI DELLA MANIFESTAZIONE LO TROVATE A QUESTA PAGINA DI LISISTRATA

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: