COSE TURCHE IN PAKISTAN

manifesto volto femminile sfregiato in Pakistan 

L’integralismo non è più un semplice modo di intendere una fede religiosa o una ideologia politica, ma una patologia devastante che arriva ad esprimersi in forma ossessiva compulsata, tant’è che non si limita più a coprire i volti delle donne vere, cercando di nascondere la loro identità, ormai la paranoia è al culmine persino i volti disegnati su un grande murales se sono di donne, vengono sistematicamente cancellati.

 E poi si incazzano se una squadra di calcio italiana ha sulla sua maglietta il simbolo storico che appartiene al gonfalone della propria città, che per l’Inter è la croce e pretenderebbero che la cambiasse per fare loro piacere, ma anche il fatto che l’Inter “per sensibilità” non abbia usato la maglietta storica in Turchia è qualcosa che rasenta un fanatismo nel fanatismo, cioè il cedimento ai fanatismi altrui è un fanatismo ideologico rovesciato che mette sotto ogni altro principio i propri principi, rinuncia alle proprie radici favorendo quelle altrui e mandando un messaggio fanatico e pericoloso, come se stesse dicendo al mondo: mi vergogno della mia storia, della mia identità, dei miei gusti, della mia fede, insomma mi vergogno di essere quello che sono, cioè me stesso. 
luttazzi con la sua linguaccia 

Se non avessimo i nostri fanatici di imbecillità, probabilmente un  coglione di avvocato turco non arriverebbe a dire che la sua sensibilità è offesa dalle magliette dei giocatori interisti.

A lui con tutto il cuore regaliamo una pernacchia antintegralismo impastata sull’unica faccia che si merita, quella di merda di Luttazzi.

 

Da questo momento in poi, io come donna mi sento offesa nella mia sensibilità, per la continua umiliazione dell’identità femminile, che viene, coperta, nascosta, segregata e sfregiata in ogni sua forma, ma non solo la mia sensiblità femminile è rimasta sconvolta quando ho visto alcuni manichini esposti nelle vetrine di Teheran, ai quali sono stati segati i seni e mi hanno fatto venire in mente le 500 martiri cristiane alle quali sono stati tagliati i seni perché non cedevano all’occupante.

 Io mi sento profondamente offesa nella mia sensibilità femminile, quando vedo una mezzaluna corredata di stella, perché mi ricorda l’oppressione a cui tutte le donne sono sottoposte nel mondo islamico e perciò non voglio più vedere nel mio Paese un simbolo del genere e se lo incontrerò reagirò come la mia sensibilità mi farà reagire e denuncerò al mondo l’infamia di volermi imporre la visione di tali simboli che rappresentano il calvario e il massacro delle donne, vittime anche di un razzismo misogino che permea tutto il mondo islamico.

2 Risposte

  1. Voi avete scritto:

    “Islamismo integralisto”

    Non esiste ne “islam integralisto” ne “islam moderato”

    Esiste solo l’islam.

    L’espressione spesso usato da tanti mohametani viventi in europa di “islam moderto” è una buggia.

    L’islam è l’islam e segue una unica ideologia.

    KTOvox
    … Resistentia Catholica Europea

  2. Concordo sul fatto che l’islam sia una religione, ma non che sia un blocco identico preciso, tant’è che le dottrine persino all’interno dell’islam sono in guerra fra loro.

    Nel pezzo che ha letto io mi riferisco agli uomini islamici, in quanto esistono gli uomini a qualunque religione appartengono e quindi non integralismo o moderatismo inteso verso la religione, ma verso i fautori e i sostenitori di quella religione.

    Islamismo non vuole dire islam, è un aggettivo e si riferisce alle persone che seguono e sostengono l’islam e lo possono fare in modo diverso, anche fra gli islamici ci sono i laici, io ne conosco tanti e per questo sono perseguitati.

    Per cui l’islamismo di solito è una forma di dottrina seguita in maniera integralista e si avvicina spesso al terrorismo e fra gli integralisti ci sono quelli che sono fondamentalisti seri e osservano il corano che loro conoscono in forma totale man on per questo lo impongono ad altri, gli integralisti invece sono salafiti cioè totalizzanti in ogni senso e guai a chi non segue i loro dogmi che non ammettono deroghe.

    Capisco che leggere l’italiano nei suoi aggettivi o sostantivi sia piuttosto difficile per chi non è italiano.

    Auguri di Buon Natale

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: